Page 2 - ESTRATTO 5 PAGINE DAL VOLUME
P. 2

 Madonna del Carmine e
del Rosario, importante opera del XVII secolo, affresco posto sulle mura interne della Cascina Uponne, comune di Ranco in provincia di Varese. Restaurata nel 2008, l’opera, di probabile scuola Luinesca, rappre- senta l’apparizione della Madonna a San Simone Stock, San Carlo e San Domenico Guzman ed è impreziosita da alcuni particolari di notevole fattura.
non si esaurisce nella partecipazione alla sola Liturgia» (S.C. n. 12). Ad alimentare la vita spi- rituale dei fedeli vi sono, infatti, anche «i pii eser- cizi del popolo cristiano», specialmente quelli raccomandati dalla Sede Apostolica e praticati nelle Chiese particolari su mandato o con l’appro- vazione del vescovo» (S.C. n. 13).
L’argomento della pietà popolare fu riproposto tra i compiti del rinnovamento postconciliare dallo stesso papa San Giovanni Paolo II nella Lettera apostolica Vicesimus quintus annus: la «pietà popolare non può essere né ignorata, né trattata con indifferenza o disprezzo, perché è ricca di va- lori, e già di per sé esprime l’atteggiamento reli- gioso di fronte a Dio. Ma essa ha bisogno di essere di continuo evangelizzata, affinché la fede, che esprime, divenga un atto sempre più maturo ed autentico. Tanto i pii esercizi del popolo cristiano, quanto altre forme di devozione, sono accolti e raccomandati purché non sostituiscano e non si mescolino alle celebrazioni liturgiche. Un’autentica pastorale liturgica saprà appoggiarsi sulle ricchezze della pietà popolare, purificarle e orientarle verso la Liturgia come offerta dei po- poli» (n. 18). Ecco allora l’importanza di cono- scere il valore della pietà popolare, di tutelarne la genuina sostanza, di purificarla dove fosse ne- cessario, di illuminarla con la luce della Sacra Scrittura, di orientarla alla Sacra Liturgia, senza contrapporla ad essa. L’operazione portata avanti in questi anni con l’Oratorio del Carmine è pro- prio in questa direzione, per farci scoprire una pagina identitaria della città.
2. La pietà popolare è espressione della fede
È risaputo che la fede non è tanto misurata dalla conoscenza intellettuale che se ne ha, quanto dalla sua pratica nelle circostanze concrete della vita. In quest’ottica, le molteplici forme di genuina pietà popolare sono anzitutto la testimonianza della fede dei semplici di cuore, espressa in modo immediato, sottolineando l’uno o l’altro accento senza pretendere di abbracciare tutto il contenuto della fede cristiana. Gli stessi elementi “sensibili”, “corporali”, “visibili”, che caratterizzano la pietà
della Chiesa - avvolgevano e parlavano ai confra- telli, stimolando le migliori energie della loro vita cristiana. La vita di San Filippo Neri, raccontata con grandi quadri stimolava a fare propria la fede, la preghiera e l’ilarità di quel santo, accompagnati dalla protezione della Vergine, sotto la potente benedizione di Dio Padre e di Gesù Cristo, ricor- dando, nel contempo, che i vangeli sono il testo fondamentale della vita cristiana.
Detto questo, dobbiamo ricordarci che la rifles- sione teologica individua una fondamentale im- portanza della pietà popolare, che ben possiamo applicare anche a questo luogo di Marostica.
1. La pietà popolare è un tesoro della Chiesa
Per capirlo, basti immaginare la povertà che ne ri- sulterebbe per la storia della spiritualità cristiana d’Occidente, dovuta all’assenza del “Rosario” o della “Via Crucis” o delle immagini di questo Oratorio. Sono esempi soltanto, ma sufficientemente evidenti della posta in gioco. Qualcuno potrebbe obiettare circa la preziosità della pietà popolare, citando al contrario pratiche di superstizione falsamente rive- stite di religiosità. Dopo il Concilio Vaticano II, re- stava ancora, per certi versi, da affrontare il discorso toccato da Sacrosanctum Concilium sul rapporto tra Liturgia e pietà popolare.
Nell’affermare il primato della Liturgia, «culmine a cui tende l’azione della Chiesa e, insieme, fonte da cui promana tutta la sua virtù» (S.C. n. 10), il Concilio ricordava anche che «la vita spirituale
12























































































   1   2   3   4   5